Marzio Morano

Seguo questo
motto: fino alla fine
Fino alla fine… seguo questo motto e chi lo rappresenta da quando ho iniziato a pensare, sono cresciuto a pane e stadio. Solo alla soglia dei 40 anni ho capito quanto questo inno alla vita e all’azione identifica me e il mio modo di vivere. Oggi sono il sales manager de La Casalinda. Ho iniziato in questo settore per seguire l’attività di famiglia. Dapprima come magazziniere e via via chiamato a svolgere ruoli sempre più importanti. Anche se non ho iniziato per mia scelta, ho preferito impegnarmi in questo lavoro piuttosto che cercare altro. Non mi piace mollare. Oggi mi ritengo un professionista preparato. Quando parlo con i clienti trasmetto fiducia perché traspare tutta la mia esperienza, ed è questo che fa la differenza. Non sono un venditore d’assalto, voglio essere un punto di riferimento per i clienti. Fa parte del mio modo d’essere, cerco di essere utile senza essere invadente. Per La Casalinda vendo prodotti per la sicurezza e per la pulizia, questo settore si è rivelato di vitale importanza durante la pandemia. La nostra vasta gamma di prodotti ci rende importanti per molte categorie di lavoratori e nel periodo di massima crisi siamo diventati
fondamentali. La nostra disponibilità a non lasciare nessuno senza forniture è stata molto apprezzata dai nostri clienti più fidati e anche dai nuovi clienti. Come professionista, ho accusato l’isolamento imposto dalla situazione. Ho trovato riduttivo portare il rapporto con i clienti ad uno scambio epistolare. Il cambiamento più grande, per quanto riguarda il lavoro, sono sicuro che deve ancora venire: il mercato nel nostro settore ha intrapreso un nuovo trend che porterà presto al plastic free. Non per ragioni di etica, ma di commercio: il prezzo delle materie prime e della plastica è vertiginosamente in ascesa, mentre diminuisce via via quello delle materie biodegradabili. Anche se questo cambiamento non parte da una spinta puramente etica, non posso che esserne felice. Da quando sono diventato padre sono più attento alla qualità della vita. Io per primo ho adottato uno stile di vita più sano, pratico sport e ho smesso di fumare. L’anno pandemico, anche se è stato molto intenso dal punto di vista lavorativo, mi ha permesso di raggiungere una maggiore consapevolezza su me stesso e sui miei valori. Non so come, ho anche trovato il tempo per rifletterci su… Nell’ultimo anno ho capito quanto è importante per me essere coinvolto in rapporti diretti con le persone. Non vorrei più essere costretto a farne a meno. La pandemia da questo punto di vista ha tolto tanto a tutti noi: per troppo tempo abbiamo dovuto far a meno di incontrare le persone, i clienti, gli amici. Ora che la situazione sta pian piano rientrando sento che ho tanta voglia di circondarmi di persone e recuperare il tempo perduto. Ho scoperto che mi piace conoscere gente e
stringere relazioni. Perché trovo che tutto questo sia notevole? Perché è una vera e propria rivoluzione personale! Non sono mai stato un solitario, ma piuttosto timido e introverso sì. Ora la timidezza al primo impatto è stata superata, adesso sono sicuro di me e delle mie capacità. Mi piace questo mio nuovo modo di pormi e lo coltivo per non perderlo più. Ho sempre considerato il cellulare come uno strumento utile solo in determinati momenti, ora ho capito che è diventato indispensabile per mantenere vivi i rapporti. Vivo sempre connesso. Tra telefonate e messaggi non sono mai solo e mi piace così! Sicuramente questo cambiamento mi rende non solo un professionista migliore, ma anche un padre più consapevole ed è tutto quello che voglio. Mi sono speso molto per il lavoro, ma la verità è che vivo per i miei figli, tutto quel che faccio è per loro. Inizia un nuovo capitolo, “fino alla fine”, più propositivo che mai per affrontare ogni obiettivo che la vita vorrà mettermi davanti.

www.lacasalinda.com

Sponsor