Paola Luci

Il mio lavoro
lo vivo come un hobby
Lo studio Inmente è la realizzazione del sogno che avevo da bambina. Ho sempre voluto aprire una agenzia pubblicitaria, nel 2005 ho conseguito questo obiettivo. Ero così determinata che avrei aperto subito dopo il diploma. Tutte le persone intorno a me mi suggerivano di aspettare, con il senno di poi è stato meglio così perché l’esperienza conseguita lavorando mi ha permesso di essere pronta ad affrontare l’attività come imprenditrice. Tutte le scelte che ho fatto nella vita sono state fatte per raggiungere questo traguardo, ad iniziare dal percorso scolastico. Mi sono affacciata al mondo del lavoro andando a scegliere le attività in grado di farmi crescere professionalmente in questo settore. Volevo capire tutto quello che stava dietro la realizzazione di una pagina pubblicitaria e di una confezione, sia a livello di stampa che di grafica. Ho lavorato nelle diverse realtà, dalla litografia, all’agenzia di marketing e quella pubblicitaria per avere competenza su tutto il processo. Grazie a tutta l’esperienza maturata sono riuscita a capire quale servizio offrire con il mio studio. Ci siamo specializzati in packaging quando ancora nessuna agenzia pubblicitaria lo faceva. Ci siamo fatti largo sul mercato iniziando a progettare gli incarti e man mano abbiamo ricevuto l’incarico di studiare tutta la comunicazione di ognuno dei nostri clienti.
Da allora continuiamo a proporre servizi sempre nuovi. Il settore è in evoluzione continua e noi siamo chiamati non solo ad essere al passo, ma quasi ad anticipare le tendenze, per essere pronti a rispondere con la solita qualità quando arrivano le richieste dei clienti. Sono una persona molto decisa, ho un mio modo di lavorare e l’ho trasmesso a tutti i miei collaboratori. Proprio per questo non riesco a collaborare con i freelance. Molte agenzie scelgono questo tipo di soluzione per abbattere i costi, io invece seguo una strada diversa perché mi permette di raggiungere il risultato che voglio: man mano che ho avuto necessità di usufruire dei servizi di una figura con competenze specifiche l’ho scelta, inserita in organico e formata. Uno dei punti di forza del mio studio è quello di lavorare tutti insieme in modo coordinato. Il periodo della pandemia ha generato un cambio di marcia notevole, tra chiusure e cambi di flusso delle varie organizzazioni interne. Tutte le lavorazioni inerenti alla produzione di materiale promozionale sono state interrotte perché non si sono svolte le fiere, in compenso sono arrivate molte richieste di sviluppo di altre forme di comunicazione. Fino a tre anni fa l’attività seguiva una stagionalità e una modularità che permetteva di organizzarsi. Siamo in un momento storico particolare, è una fase di rilancio per tutti, le aziende stesse si stanno strutturando su nuovi assetti. Il lavoro ritroverà il suo equilibrio, basandosi su tempistiche differenti. Il nostro ruolo adesso è fondamentale: in quest’ottica di rilancio, noi siamo chiamati ad aiutare le aziende a individuare le novità e a trovare il modo di comunicarle efficacemente. Non ho molto tempo libero, ma non mi pesa perché vivo il lavoro come un hobby. Se non
fosse per la parte della gestione amministrativa, non riuscirei nemmeno a chiamarlo lavoro. Inoltre le soddisfazioni che riesco a prendermi sono tantissime, ad iniziare dal vedere le mie realizzazioni che diventano realtà. La cosa più importante è sapere come spendere il proprio tempo. Non riesco a immaginarmi ferma su un divano, la testa deve essere sempre impegnata. Amo molto la musica perché è lo specchio della cultura del momento, per questo ascolto solo le nuove uscite, trovando le produzioni del passato anacronistiche. È lo stesso per i social, anche se purtroppo spesso sono gli amplificatori di quanto di peggio c’è nel mondo attuale. Per questo li uso per lavoro, concentrandomi sulle potenzialità che offrono ai singoli clienti, ma non a livello personale. Amo studiare le tecnologie che ne stanno alla base e sviscerarle nei dettagli, lo trovo molto interessante.

www.in-mente.it

Sponsor